IL PROFILO B

INFORMAZIONI SUL PROFILO B

IL TUO "TEST DELLE BASI"

Test delle basi PROFILO B
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
Test delle basi PROFILO B

Eccoci al "test delle basi". Serve per capire quali siano i tuoi punti deboli rispetto ai "pilastri" del benessere.

VIDEO PER TESTARE LA RESPIRAZIONE DIAFRAMMATICA

VIDEO PER TESTARE LA POSTURA

I CONSIGLI PER IL PROFILO B

Il "test delle basi" ti ha dato delle indicazioni, ovvero ti ha detto su quali "pilastri del benessere" devi concentrarti maggiormente per migliorare i tuoi sintomi.

Ecco qui sotto i consigli per ciascuna "base": ovviamente dovrai applicare solo quelli delle "basi" che si sono dimostrate più carenti.

Se molte "basi" si sono dimostrate carenti, il test ti avrà detto su quali concentrarti maggiormente, dato che NON vogliamo fare una eccessiva quantità di lavoro.

SEZIONE 1

CONSIGLI PER LA "BASE" NUMERO 1: LA RESPIRAZIONE

La respirazione è la "base delle basi". Niente può funzionare correttamente se la respirazione non funziona bene.

Il test ti avrà indicato se devi lavorare o meno sulla respirazione, e quanto farlo: qui sotto trovi l'esercizio standard di respirazione diaframmatica.

Una volta che avrai preso confidenza con l'esercizio, o se già ce l'hai, potrai progredire con esercizi di respirazione più avanzati.

Li trovi su un articolo che ho pubblicato sul mio sito, e che trovi QUI.

Opzione più rapida: prova a praticare per 5 minuti, tutte le mattine, della semplicissima RESPIRAZIONE PROFONDA, in questo modo:

SEZIONE 2

CONSIGLI PER LA "BASE" NUMERO 2: L'IDRATAZIONE

Ce lo dicono tutti e in tutte le salse che "bisogna bere molto".

Avere una adeguata idratazione è davvero importante, ed a volte ha un forte impatto sui nostri sintomi.

Ecco una serie di trucchi anche per quelle persone che davvero faticano a bere una adeguata quantità di acqua.

Non esistono, in questo caso, le "raccomandazioni specifiche per il profilo B".

Le persone con profilo B dovrebbero avere sufficienti risorse ed energie per avvicinarsi gradualmente allo standard di cui parlo, cioè quello del 3% del peso corporeo (es. 70 Kg --- 2,1 litri).

Soprattutto è importante che mantenere un buon livello di idratazione si mantenga come abitudine costante.

SEZIONE 3

CONSIGLI PER LA "BASE" NUMERO 3: LA GESTIONE DEL PESO CORPOREO

La gestione del peso corporeo è molto importante per tutti: è esperienza di molte persone che anche lievi modifiche all'alimentazione abbiano un grosso impatto positivo sui sintomi che avvertono

La maggior parte dei soggetti con problemi di peso corporeo tende al sovrappeso, ma ci sono anche persone che sviluppano una significativa perdita di massa muscolare, quindi vanno sottopeso.

Quelli che trovi in questa sezione sono dei semplici consigli elaborati in collaborazione con la nutrizionista Annalisa Caravaggi.

Le tecniche che ti proponiamo sono particolarmente adatte ai profili A e B, perchè non richiedono grande impegno o precisione.

Il profilo B può trarre molti vantaggi dal migliorare la propria alimentazione, e generalmente ha abbastanza energie per poter fare dei cambiamenti di abitudini e mantenerli nel tempo.

Nei documenti allegati trovi una serie di spunti, o meglio delle vere e proprie strategie: li ho ordinati dal più "semplice da seguire" al più complesso.

IMPORTANTE: ricorda di seguire solo UNA delle strategie che trovi sotto, o per lo meno una alla volta.

SEZIONE 4

CONSIGLI PER LA "BASE" NUMERO 4: LA QUALITA' DEL SONNO

INTRODUZIONE E TECNICA #1

Il sonno è una delle risorse da tutelare maggiormente, e una delle prime vittime degli stati di stress e dello stile di vita "da rivedere".

Ascolta attentamente il video, e poi consulta il PDF con tutte le tecniche per migliorare la qualità del sonno.

Anche qui, non ci sono tecniche o "dosaggi" specifici per il profilo B: per il profilo B non dovrebbe essere troppo difficile ottenere un sonno di buona qualità, grazie ai consigli del PDF qui sotto.

COME CAPIRE SE IL TUO SONNO È DI QUALITÀ

Ci sono diversi modi "tecnologici" per capire se il proprio sonno è di qualità.

Ci sono delle app per smartphone, ma l'affidabilità non è ancora nota.

Esistono poi dei sistemi di monitoraggio complessi, con vari strumenti da mettere sotto il letto o sul comodino: non li ho mai testati quindi non mi pronuncio. Non so quanto possa essere utile arrivare ad un tale livello di dettaglio.

Soluzioni più interessanti e più "testate" sono gli smartwatch, che monitorano la qualità del sonno tramite parametri acquisiti direttamente sulla pelle.

Se ti interessa la cosa, io ho buone esperienze con Fitbit alta HR, che trovi facilmente su Amazon.

 

SEZIONE 5

CONSIGLI PER LA "BASE" NUMERO 5: LA POSTURA

Per migliorare la tua postura hai DUE possibilità: chiamiamole PIANO A e PIANO B.

Il PIANO A consiste nel seguire la sezione di questa guida dedicata alla postura: lì troverai un piano preciso con il quale migliorare la tua postura giorno dopo giorno. Naturalmente è la scelta preferenziale, e non ci vogliono più di 15 minuti al giorno.

In questo caso CLICCA QUI PER ANDARE ALLA SEZIONE SULLA POSTURA.

Il PIANO B è quello nel quale tu ritenga di avere già molti "compiti" da svolgere e temi di non riuscire a fare tutto.

In questo caso il tuo compito è quello di portare avanti almeno i tre esercizi che vedi qui sotto, che lavorano i principali muscoli delle "catene posturali".

Eseguili nel momento della giornata in cui in genere senti di stare MEGLIO e di avere MENO rigidità.

ESERCIZIO #1

ESERCIZIO #2

ESERCIZIO #3

Suggerimento rapido ed efficace: pratica durante la giornata la "power posture"

La "power posture" è una tecnica molto semplice, che pratico spesso.

Ecco di cosa si tratta:

SEZIONE 6

CONSIGLI PER LA "BASE" NUMERO 6: L'ATTIVITA' FISICA

L'attività fisica può essere molto utile al profilo B: a volte si tratta di persone senza grandi attitudini allo sport, ma molti portano già avanti qualche forma di attività fisica.

Anche se non sei una persona particolarmente incline allo sport, è difficile pensare di poter fare a meno degli effetti benefici che l'attività ha sul corpo.

Teoricamente, avremmo bisogno sia dei benefici della attività AEROBICA, sia di quelli del RINFORZO MUSCOLARE.

Nel profilo B, dato che ha un numero intermedio di sintomi, si può provare a fare soltanto UNO dei due tipi di attività, almeno due volte a settimana.

Preferiamo la COSTANZA alla PRECISIONE, quindi è meglio fare MENO, perchè è più agevole portarlo avanti nel tempo.

Qui sotto trovi un video nel quale spiego le regole da seguire per l'attività AEROBICA.

Per il rinforzo muscolare, consulta l'apposita sezione (la trovi QUI o nell'indice della guida).

VIDEO: COME FARE ATTIVITA' AEROBICA

SEZIONE 7

CONSIGLI PER LA "BASE" NUMERO 7: TUTTO CIÒ CHE RIGUARDA LA "CRESCITA PERSONALE"

Pensare alla propria crescita personale e prendersi alcuni attimi di relax sono cose MENO fondamentali rispetto al RESPIRARE, su questo siamo tutti d'accordo.

È per questo che questa è l'ultima "base": tutto sommato, le altre possono essere considerate più "prioritarie".

Una volta sistemato l'ABC della salute, le tematiche trattate in questa piccola sezione diventano di ENORME importanza.

Qui sotto trovi due tecniche che ti possono essere molto utili, da applicare tutte le mattine (magari un giorno una e un giorno l'altra).

Possono volerci anche solo 5 minuti (anche se ti consiglio di dedicartici con calma), quindi sono ben compatibili anche con l'attività fisica o con gli esercizi posturali delle precedenti sezioni.

 

TECNICA #1: MEDITAZIONE GUIDATA

TECNICA #2: SCANNER DELLA PESANTEZZA

TECNICA #3: MINI PRATICA MINDFULNESS

Se ti interessa l'argomento "Crescita personale" non posso non consigliarti EfficaceMente, il blog del mio amico Andrea Giuliodori, che trovi QUI.